Consulenze di coppia

Nella pratica clinica si assiste costantemente alla manifestazione di paure e preconcetti che boicottano alla base il lavoro di "cura" nel campo psicologico. Riuscire a rispondere sfatando falsi miti e offrendo risposte professionali è il primo passo nel lavoro di uno Psicologo. Riporto qui di seguito alcune domande e le relative risposte ricevute durante la mia attività di Psicoterapeuta, sperando così di offrire uno spunto di riflessione sul tema psicologico.
psicologo e psicoterapeuta consulenze di coppia

Sono un ragazzo di 26 anni fidanzato da 10 anni con una splendida ragazza, abbiamo superato moltissime situazioni che comunque ci hanno aiutato nel nostro percorso, purtroppo da un mese a questa parte la mia ragazza ha iniziato ad avere dei dubbi sulla relazione. Non riesce a capire se la nostra storia è abitudine o se permane il sentimento di amore. Questi dubbi ci hanno portato ad una pausa e sono molto preoccupato perché io tengo moltissimo a lei e farei di tutto per superare questo momento. Essendo la prima volta che mi ritrovo in questa brutta situazione vorrei sapere gentilmente da lei se è possibile provare a fare delle terapie per cercare di far sparire questi dubbi che la perseguitano o comunque di provare a risanare il nostro rapporto. In attesa di un suo riscontro le porgo i miei più sentiti saluti. La ringrazio

Gentile M. La relazione di coppia attiva molte dinamiche individuali che completano il nostro benessere individuale, ma possono anche compromettere la nostra stabilità. In una relazione come quella di cui mi parla sicuramente esistono momenti difficili che si possono superare attraverso un percorso terapeutico, ma innanzitutto l'opportunità o meno di tale approccio va valutata preventivamente. Le consiglio di attendere le riflessioni della sua compagna e solo successivamente provare a proporre un'ipotesi di lavoro terapeutico.

Buongiorno, mi chiamo M ho 30 anni e diversi problemi legati a dei continui sbalzi d'umore, ho difficoltà a controllare le emozioni, vado in panico per un nulla, ansia problemi seri con lo stress e soprattutto non riesco mai a rilassarmi. Questa mia situazione è cominciata dopo un piccolo "trauma" avuto con uno spinello circa 15 anni fa. A volte ho come la sensazione che quell'avvenimento non sia mai riuscito a dimenticarlo, a rimuoverlo dalla mia vita. Non capisco se sto sviluppando una qualche forma di patologia psichiatrica. La prego di darmi la sua opinione.

Caro M. le emozioni e la gestione dell'ansia sono strettamente legate ai nostri vissuti, alla nostra storia personale. Tralasciare i sintomi e cercare di ignorare ciò che portiamo dentro di noi non può farci risolvere sicuramente il problema. Affrontare la situazione attraverso un percorso terapeutico può invece aiutare a superare ciò che fino ad oggi pensavamo irrisolvibile. Le consiglio di valutare l'opportunità di un primo colloquio per provare a scoprire i nodi che compromettono la sua serenità.